Confcommercio dal 1945 diamo voce alle imprese
Lunedì 20 Novembre 2017
NOTIZIE

ANNO IN BIANCO REGIONE IN BIANCO SINDACO IN BIANCO

Si è appena concluso un anno di grandi attese, ma all`orizzonte non si percepisce nulla di nuovo. Anzi. La speranza rimane, ma...

09/01/2015

Un anno di grandi attese passato inutilmente, purtroppo. L`anno 2014 si era aperto con grandi attese: tanto il governo regionale quanto quello comunale sembravano essere diventati pienamente operativi, le Province erano ormai abolite e al loro posto erano sorti… beh su questo meglio soprassedere, anche perchè cosa dovrebbe nascere al posto delle Province e per fare cosa non è ancora chiaro, neppure oggi. Tutto sembrava pronto per il grande balzo, per la nuova primavera! Purtroppo un anno è trascorso da quei giorni pieni di speranza e per la verità, di concreto, si è visto molto, molto poco.
La speranza è rimasta ma si ha, sempre più, la sensazione che dica il vero il vecchio detto popolare: chi di speranza vive disperato muore! Certo qualcosa è cambiato: il presidente Crocetta ha cambiato una valanga di assessori e di consulenti, ha denunciato tutto e tutti, ha minacciato sfracelli rischiando ogni giorno la vita per quei milioni di siciliani brutti e cattivi, quando anche non mafiosi, che sembrano capirlo ogni giorno di meno, ha dimenticato la battaglia contro il Muos, ha aperto la strada ai grandi petrolieri assetati di gas e di greggio, ha annunciato la fine del precariato e delle partecipate, ma si è trattato solo di annunci! Certo anche a Catania qualcosa è cambiato, Comune e Questura hanno condotto una lotta serrata, colpendo senza pietà ristoranti e bar per qualche kg di pesce non tracciato o per qualche succo di frutta scaduto e, fatto gravissimo, anche per alcune modifiche interne non autorizzate! Stupendo, anche se poi per strada frotte di abusivi vendono prodotti di dubbia provenienza, giovani alle prime armi scippano e rubano impunemente, elementi più esperti spacciano ad ogni angolo di strada!
Anche la viabilità è migliorata, con l'abbattimento del ponte al Tondo Gioeni e con i nuovi tornaindietro il traffico è diventato fluido e scorrevole, la gente non parcheggia più in seconda fila, ora lo fa in terza, con la chiusura domenicale del lungomare i flussi commerciali si sono indirizzati verso i vicini centri e anche nel mitico parcheggio di Piazza Europa è entrata qualche auto in più! Insomma, tutto bene, almeno ad ascoltare chi guida la barca, ma...Voi che vivete a Catania, in Sicilia, siete davvero convinti che sia stato un buon anno?
Noi certamente ci aspettavamo di più, ci aspettavamo un cambiamento profondo dove invece vediamo i soliti noti, ci aspettavamo programmi e progetti dove invece vediamo improvvisazione, ci aspettavamo fatti dove invece siamo costretti a sopportare un mare di parole, di riunioni in cui i protagonisti del nulla si dicono bravi da soli, ovviamente sempre davanti alle massime autorità, ci aspettavamo la rivoluzione dove invece c`è solo il nulla! Addio 2014, per il 2015 ci resta la speranza!
M.d.M.

   Seguici su Facebook